Grosso grosso guaio a Chinatown

Le Tre Furie: Lentezza,Stoltezza e Raiden, il Dio del fulmine, che brucia i computer con i tuoi dati vivi dentro.

Le vicende qui narrate hanno radici precedenti, per farla breve faró un viaggio in Cina incastonato tra altri viaggi di lavoro. Dopo essere tornato dal  viaggio a Bosto+Providence degli ultimi post qui e qui , quello che doveva comprendere anche New York ma che é stato ridotto causa evidenti distruzioni su tutta la costa est degli USA, ho cominciato a preoccuparmi del visto per la Cina.

Continua a leggere

Annunci

Kreuzberg in the morning

Questo slideshow richiede JavaScript.

Questa é una via alternativa che faccio andando al lavoro. Il bello é che passa proprio in mezzo a Kreuzberg, il quartiere dell’Est (ex-)alternativo e pieno di artisti/turchi/gente che ha poco da fare che mantiene il suo fascino a discapito della commercializzazione delle sue strade. Il ponte nella foto si affaccia sul Görlitzer Park, parco aperto  agli inizi degli anni ’90 sull’area precedentemente occupata dalla stazione ferroviaria di Görlitzer Banhof* e a lungo rimasta abbandonata e spoglia, fino agli anni ottanta, con la grande esposizione di architettura “IBA 84“. Sull’area della stazione furono realizzati la piscina coperta Spreewaldbad oltre al Görlitzer Park.

Il parco di 14 ettari dispone comprende una fattoria per bambini, attrazzature per vari sport, campi da gioco, due punti panoramici e un piccolo lago . Il parco è ospita di numerose grigliate estive e eventi all’aperto.

Un punto di interesse per me (trascorsi speleologici) é la presenza di un tunnel pedonale, aperto almeno fino alla fine del 1989. Si presenta come vasta depressione al centro del parco che forma una sorta di arena naturale. Le antiche mura della galleria sono rimaste e sono visibili ancora oggi. Sul lato ovest la depressione è di alta circa 14 metri con la scultura in travi d’acciaio di Rüdiger Preisler, lo “Schreitender Mensch” (L’Uomo Procedente?).

Dimenticavo di dire che il parco é meta nota di spacciatori di svariate sostanze meno lecite, come molti altri parchi di berlino. Per la maggioranza ragazzi neri che stazionano tutto il giorno nel parco, e al calare delle notte comincia un vero e proprio mercato. La cosa che mi stupisce di piú é l’indifferenza con cui molti passano attraverso questo parco completamente buio per raggiungere Kreuzberg senza minimamente preoccuparsi. Ora, io saró deviato da anni a Napoli e Roma, ma un posto buio pieno di spacciatori non é il mio sogno per sentirmi sicuro…

* é ridondante, lo so.

** Link a Wiki in Tedesco, quella italiana fa pena (su questi argomenti).

I punti indicati sono anche presenti sulla mappa La Berlino di kidpixo.

Graffiti @ Kreuzberg,sabato pomeriggio

Uno dei tanti graffiti che ricoprono quasi tutte le superfici di Kreuzberg.Il quartiere si sta pian piano pulendo (o gentrificando come va di moda dire qui) ma mantiene molti scorci della sua (perduta?) anima da artista e ribelle.

PS: Il posto lo trovate sulla nuova  mappa La Berlino di kidpixo.

mia foto danneggiata

EDIT: per qualche oscuro motivo l’immagine é danneggiata sia qui che sul mio cellulare (grazie Jelly Bean!) quindi vi lascio una foto dello stesso posto presa da altri!

Schlesische Strasse by Uli Herrmann

Bici Fantasma

Andando in giro per Berlino si trovano sempre piú spesso delle bici completamente dipinte di bianco con delle targhe ricordo.Il fenomeno dele Bici Fantasma proviene dagli USA ( http://ghostbikes.org/ ) nata per la prima volta nel 2003 a St. Louis.

A Berlino sei ciclisti nel 2010 e undici nel 2011 sono stati uccisi e ogni ciclista che perde la sua vita è uno di troppo.

L’associazione ciclistica tedesca ha istituito questa tradizione anche qui, posizionando Bici fantasma e targhe nella cittá per ricordare chi é stato ucciso. Sulla pagine delle Geisterräder (http://bit.ly/QEVrXI) si possono fare donazione a favore dell’iniziativa per aumentare la sensibilitá di tutto.

Dopo tutte queste parola un commento: fa davvero tristezza vederle in giro e ti fa pensare.

Devo comprarmi un casco da bici.

PS: Il posto lo trovate sulla nuova  mappa La Berlino di kidpixo.