WorldWideTour parte 3- Ciao ciao Madrid!

Carissimi tutti (if C ≥ 0) avrete notato che non ho scritto molto in quest’ultima settimana, nonostante fossi ufficialmente in vacanza.

Ho dovuto combattere condizioni meteorologiche avverse, il Grande Firewall Cinese che blocca principalmente Google, da cui dipendo mani e piedi, più altre cosuccie tipo alberghi di lusso che ovviamente hanno connessioni carissime e schifosissime.

Partiamo da dove eravamo con l’ultimo post, ovvero il secondo giorno a Madrid. Tutto procede liscio all’ESA tra meeting e i soliti litigi con la parte ingegneristica su peso/data rate/mazzi&ca##i. Tanto per farvi capire quanto sta in culo questo posto vi metto un paio di foto:

enorme antenna per lo spazio profondo dellESA
enorme antenna per lo spazio profondo dell’ESA

questa enorme antenna si vede così dall’autostrada

si,é la stessa di sopra
si,é la stessa di sopra

e qui siamo già a una mezz’ora fuori Madrid, la prima volta che sono venuto qui non era neanche riportata su google maps, e no, non sono così vecchio, parlo di qualche anni fa!

Almeno il loco hanno un’ottima mensa con prezzi ultrapopoloari, una bella vista del castello

Castello Ululí, ESA ululá
Castello Ululí, ESA ululá

e ho scoperto questa volta funghi, da Yuggoth molto probabilmente, di dimensioni ragguardevoli

Piede vs. Fungo. Per chi non lo sapesse porto 46 esteso di piede
Piede vs. Fungo. Per chi non lo sapesse porto 46 esteso di piede…

Al termine della giornata c’é stata una partita di calcetto di cui non pubblico foto per questioni di privacy. Il team azzurro (Italo-tedeschi) ha sconfitto il team giallino (misto,ma col capo della missione!) in un bagno di sudore premiato da un’abbondate cena.

Il mattino dopo mi sveglio prestino e riesco a infilarmi appena all’apertura della colazione prima di lanciarmi nella folle corsa nel centro di Madrid. Ovviamente, quando devo viaggiare da un punto X a un aeroporto/stazione/punto di interesse in mezzo c’e’ almeno un centro cittadino in orario di punta, se no non c’é gusto. Non faccio troppe castronerie, tranne una chicca del mio santo navigatore. Essendo free, open e via discorrendo non mi posso lamentare, tranne che il refresh della posizione é settabile alla massimo a 5 secondi (o .2 Hz per chi é preciso) il che ti permette in luoghi particolarmente ostici come un centro città contorto di perderti con facilità impressionante, avendo anche un segnale GPS da schifo. Ovviamente Murhpy vuole che ogni volta che sbagli strada devi seguire 200 km di sensi unici per porre rimedio alla cosa.
Fatto sta che cercando di prevenire la cosa giro in un vicolo sbagliato e mi ritrovo in Plaza de España nel senso sbagliato, che per capirci é circa come Piazza Venezia a Roma, il centro del centro. C’é un cartello con obbligo di tirare dritto ma faccio orecchie,occhi e naso da mercante e mi metto in posizione per svoltare alla rotatoria senza incidenti, dove ovviamente un vigile mi ferma apostrofandomi in Spagnolo con una cosa tipo “ma che ca##o fai? non vedi che é vietato?”.
A questo punto non c’é che prendersi le proprie responsabilità: classica tattica “non capisco la tua lingua” mescolata a faccia da cane bastonato e frasi sconnesse tipo “aeroporto…tardi…andare…Maradona…” mi hanno liberato, non ultima la mia patente di guida che conservo gelosamente dal 1996 in cui potrei essere chiunque altro e che é indecifrabile. L’unica volta che ho ringraziato mentalmente le motorizzazioni italiane,non solo luoghi di culto per riti pagani che inneggiano al Caos primordiale, ma anche luoghi di culto per riti pagani…a bé é lo stesso…

Soliti scazzi con la Hertz di Madrid, mi imbarco sull’aeromobile che mi porterà dalla mia bella che incontro a Londra Heatrow, da lí prendiamo per la prima volta un volo internazionale insieme alla volta di Shanghai!!

PS: questo post é stato scritto interamente tramite software open source: come editor nvALT 2.2 Public Beta del grandissimo Brett Terpstra, scrivendo direttamente HTML tramite Markdown di John Gruber di Daring Fireball.

Annunci

6 pensieri su “WorldWideTour parte 3- Ciao ciao Madrid!

  1. Tu frequenti solo posti strani, eh :P
    Ma hai lavorato anche tra una partita di calcetto e una visita al villaggio dei puffi?

    PS: A voler essere pignoli, sarebbe castello ululà! Dai, non cadermi su queste citazioni!

    • In realtá risulta che tutti i posti legati alla ricerca sono “in Culo”, non so se per caso o per scelta…

      Certo, io lavoro anche non lavorando!

      A voler essere stra-pignoli é:

      Werewolf?
      There.
      What?
      There, wolf. There, castle.

      :-D

      ma in Italiano é meglio!!

      • Nooo macchè! In inglese è senza dubbio meglio!
        Diciamo che qualsiasi cosa in lingua originale è meglio… mi viene in mente anche solo il banalissimo Thomas Mann con il suo Tonio Kroeger “Ich mochte schlafen, aber du musst tanzen” che in italiano “vorrei dormire, ma tu devi danzare” non ha la stessa poesia (almeno per me).

      • No, intendevo che a volte alcuni giochi di parole vengono resi meglio in alcune lingue, questo é un caso, ma ovviamente in originale é meglio!!

    • Grazie per respect, ricambio !

      Se la vedi la patente potresti spaventarti, non sai se é San Marcellino martire o me da giovane.

      Parlo delle vecchie patenti con quel rosa squallido e ancora qualche bollo quando si pagavano ogni anno…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...